Comune di Caraglio - Provincia di Cuneo - Piemonte

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Guida turistica » Cenni storici » La Riforma e la Controriforma

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

La Riforma e la Controriforma

Mentre gli eserciti francesi ed ispanici si affrontavano in Europa, Casa Savoia aveva praticamente perso in Piemonte tutti i suoi possedimenti; il duca Emanuele Filiberto per conto degli Spagnoli governava le Fiandre, dove, combattendo e guidando valorosamente le truppe affidate al suo comando, il 10 agosto 1557 a S. Quintino vinse i Francesi in una battaglia decisiva per le sorti della guerra.

La pace di Cateau Cambrésis nel 1559 restituì a Emanuele Filiberto le sue terre nelle quali i conflitti avevano distrutto l’economia e l’ organizzazione statale.

I pessimi esempi dati dal clero cattolico, più interessato al possesso di beni materiali che alla cura delle anime, avevano agevolato il propagarsi dell’eresia, predicata da pastori riformati e sparsa dalle occupazioni di soldati stranieri

In Caraglio si era molto diffusa l’eresia ugonotta, sostenuta anche dai Solaro.Tra protestanti e cattolici si manifestarono violenti contrasti, le chiese furono danneggiate; S. Giovanni, semidistrutta, venne trasformata per la sua posizione in alto sulla rocca all’inizio del paese in fortilizio, nel quale gli eretici si chiusero a difesa.

Infine il duca Emanuele Filiberto decise un’azione risolutiva: il 4 luglio 1569, convocata nella chiesa di S. Maria l’assemblea dei capifamiglia, impose l’abiura alla eresia e il ritorno alla fede cattolica. La cerimonia, le riparazioni degli edifici sacri rovinati, la liberazione degli arrestati costarono alla comunità 10500 scudi d’oro. I Caragliesi chiesero ed ottennero di passare sotto la diretta signoria di Emanuele Filiberto, ma dovettero pagare il riscatto dai Solaro, fissato in altri10000 scudi da sborsare in tre rate.

Documenti allegati:
Cenni storici in formato pdf Cenni storici in formato pdf (39,1 KB)






 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Caraglio, Piazza Giolitti, 5
12023 Caraglio (CN) - Telefono: 0171-617711 Fax: 0171-617720,
Per la consegna diretta di documenti, lettere e pacchi recarsi all’Ufficio Protocollo, che ha sede nel Palazzo Comunale al 1° piano (Ufficio Demografico).

P.Iva: 00468880042
E-mail: protocollo@comune.caraglio.cn.it   E-mail certificata: protocollo.caraglio@legalmail.it
E-mail D.P.O.: comune.caraglio@gdpr.nelcomune.it    Pec D.P.O.: dpo@pec.gdpr.nelcomune.it