Accesso ai servizi

Giovedì, 23 Settembre 2021

Ordinanza Sindacale n. 113 del 22/09/2021


 

COMUNE DI CARAGLIO

C.A.P. 12023

PROVINCIA DI CUNEO

________________

Tel. 0171617711

Fax. 0171617720

 

Ordinanza Sindacale 113 Del 22/09/2021

 

OGGETTO: "FIERA D'AUTUNNO 2021": EMERGENZA SANITARIA COVID-19 - OBBLIGO DI INDOSSARE LA MASCHERINA NELL'AREA DELLA MANIFESTAZIONE E ALL'INTERNO DELL'AREA EVENTI.          

 IL SINDACO

PREMESSO che:
nel periodo compreso tra il 24 e il 26 settembre 2021, si svolgerà la 43^ Edizione della “Fiera d’Autunno”, manifestazione che, come nelle precedenti edizioni, attirerà un grandissimo numero di visitatori, in un periodo in cui è ancora in vigore lo stato di emergenza nazionale, in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19;
nell’allegato all’Ordinanza del Ministro della salute in data 28 maggio 2021, recante “Adozione del “Protocollo AEFI di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle manifestazioni e negli eventi fieristici”, viene sancito l’obbligo per tutti i partecipanti agli eventi/manifestazioni di indossare la mascherina;
prescrizione ripresa nell’allegato all’ordinanza 29 maggio 2021 del Ministro della salute, recante: “Adozione delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, nel capitolo riferito alle sagre, fiere ed altri eventi e manifestazioni assimilabili, laddove si ribadisce che tutti i partecipanti in considerazione del contesto (affollamento e difficoltà a mantenere la distanza di sicurezza) devono indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie;
VISTI gli atti e le disposizioni in materia di contenimento del rischio di diffusione del coronavirus (Covid19), emanate in particolare dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Piemonte;
VISTO il Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19” convertito, con modificazioni, dalla Legge 5 marzo 2020, n. 13, successivamente abrogato dal Decreto Legge n. 19 del 2020 ad eccezione dell’art.3, comma 6-bis, e dell’art. 4;
VISTO il Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della Legge 14 luglio 2020, n. 74, “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19” (G.U. n. 125 del 16.05.2020);
VISTO il Decreto Legge 30 luglio 2020, n. 83, convertito, con modificazione, dall’art. 1, comma 1, della Legge 25 settembre 2020, n. 124, recante “Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 deliberata il 31 gennaio 2020”;
VISTO il Decreto Legge 23 luglio 2021, n. 105, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, che all’art. 1, in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19, proroga lo stato di emergenza nazionale al 31 dicembre 2021;
VISTA l’Ordinanza del Ministro della salute in data 28 maggio 2021, recante “Adozione del Protocollo AEFI di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle manifestazioni e negli eventi fieristici”, con i relativi allegati;
VISTA l’Ordinanza del Ministro della Salute in data 29 maggio 2021, recante “Adozione delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, con i relativi allegati;
DATO ATTO di dover prendere tutti i provvedimenti ritenuti opportuni per la salvaguardia della salute della popolazione, soprattutto per i soggetti più fragili, mediante la predisposizione di adeguati interventi atti a contrastare il diffondersi del virus;
RAVVISATA l’urgenza di adottare provvedimenti a tutela della salute pubblica in vista di una manifestazione che prevede una così ampia partecipazione di pubblico sul territorio comunale in coerenza e, ove occorra, ad integrazione delle disposizioni sopra citate ed in stretta aderenza rispetto ai fini da queste perseguite;
CONSIDERATO che il Sindaco in qualità di Rappresentante della comunità locale ha il potere di adottare Ordinanze Contingibili ed Urgenti ai sensi delle norme di cui all’Art. 50, comma 5, del D. Lgs. 267/2000 (T.U.E.L.);
VISTO l’art. 4, comma 1, del D.L. 25 marzo 2020, n. 19, convertito in Legge 22 maggio 2020, n. 35, che sancisce che “il mancato rispetto delle misure di contenimento… omissis… dell’articolo 3, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000 e non si applicano le sanzioni contravvenzionali previste dall’art. 650 del Codice Penale o da ogni altra disposizione di legge attributiva di poteri per ragioni di sanità, di cui all’art. 3, comma 3.
VISTO l’allegato parere di regolarità tecnica circa il presente provvedimento, rilasciato, ai sensi dell’articolo 147-bis, 1° comma, del D.L.vo n. 267/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, dal Comandante della Polizia Locale, che ne attesta la regolarità e la correttezza,
O R D I N A
IN CARAGLIO, NEL PERIODO COMPRESO TRA IL 24 ED IL 26 SETTEMBRE 2021, DURANTE LA MANIFESTAZIONE DENOMINATA “FIERA D’AUTUNNO”, ALL’INTERNO DELLA COSIDDETTA “AREA DELLA MANIFESTAZIONE” DELIMITATA DA VARCHI STRUTTURALI E PRESIDIATI E ALL’INTERNO DELLA COSIDDETTA “AREA EVENTI”, CHE TUTTE LE PERSONE PRESENTI INDOSSINO LA MASCHERINA A PROTEZIONE DELLE VIE RESPIRATORIE (PER I BAMBINI VALGONO LE REGOLE GENERALI).
A V V E R T E
 
che, salvo che il fatto costituisca più grave reato, l’inottemperanza a quanto disposto dalla presente ordinanza è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000, ai sensi dell’art. 4, comma 1, Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla Legge 22 maggio 2020, n. 35 (in G.U. 23/05/2020, n. 132).
 
D I S P O N E
 
che le Forze di Polizia e la Polizia Locale siano incaricate della regolare esecuzione della presente Ordinanza e del suo rispetto;
che il presente provvedimento venga reso noto ai cittadini mediante l’utilizzo di ogni mezzo utile a garantire la massima e tempestiva informazione alla popolazione;
che il presente provvedimento sia pubblicato all’Albo pretorio e sul sito web del Comune di Caraglio;
 
A V V E R T E
 
che avverso alla presente Ordinanza ai sensi dell’art. 3, comma 4, della Legge 07.08.1990 n. 241 è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale del Piemonte entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla pubblicazione in Albo pretorio comunale, ai sensi dell’art. 29 del D. Lgs. 02.07.2010 n. 104, recante l’approvazione del nuovo codice del processo amministrativo (che ha abrogato la Legge n. 1034 del 1971) ovvero alternativamente, ricorso al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 (centoventi) giorni decorrenti dalla data di pubblicazione del presente provvedimento, ai sensi dell’art. 9 del Decreto Presidente della Repubblica 24.11.1971, n. 1199.
 
D I S P O N E
che copia della presente Ordinanza venga trasmessa a:
- Al Signor Prefetto della Provincia di Cuneo;
- Al Corpo di Polizia Locale

 

Caraglio, li 22/09/2021

IL SINDACO
Paola Falco

Firmato digitalmente



Documenti allegati: