Accesso ai servizi

Martedì, 15 Dicembre 2020

AVVISO PUBBLICO PER L’ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI INTERESSATI A REALIZZARE “PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’” CON IL COINVOLGIMENTO DI BENEFICIARI DI REDDITO DI CITTADINANZA (RDC)



AVVISO PUBBLICO PER L’ACQUISIZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L’INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI INTERESSATI A REALIZZARE “PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’” CON IL COINVOLGIMENTO DI BENEFICIARI DI REDDITO DI CITTADINANZA (RDC)


In adempimento a quanto previsto:
- dal D.L. n. 4/2019 convertito, con modificazioni dalla L. n. 26/2019, che ha istituito il Reddito di Cittadinanza (RdC) quale misura di politica attiva del lavoro, di contrasto
alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale, attraverso l’attivazione di politiche volte al sostegno economico e all’inserimento sociale dei Soggetti a rischio di emarginazione;
- dal Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 149 del 22 ottobre 2019, che all’art. 2 prevede che i beneficiari del Reddito di Cittadinanza (RdC) sono tenuti ad offrire, nell’ambito del Patto per il Lavoro e del Patto per l’Inclusione Sociale, la propria disponibilità per l’adesione a Progetti Utili alla Collettività (PUC), la cui titolarità è posta in capo al Comune di residenza; il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, capofila dell’Ambito Territoriale Cuneo Sud-Ovest (di seguito anche identificato come “Consorzio” o “Soggetto Proponente”)
INVITA
gli Enti del Terzo Settore (di seguito anche identificati come “Soggetti Ospitanti” o ETS) operanti nei Comuni di Cuneo, Acceglio, Argentera, Beinette, Borgo San Dalmazzo, Boves, Busca, Caraglio, Castelmagno, Castelletto Stura, Celle di Macra, Centallo, Cervasca, Chiusa di Pesio, Demonte, Entracque, Gaiola, Macra, Margarita, Marmora, Moiola,
Montanera, Montemale, Monterosso Grana, Morozzo, Peveragno, Pietraporzio, Pradleves, Prazzo, Rittana, Roaschia, Robilante, Roccasparvera, Roccavione, Sambuco, Tarantasca, Valgrana, Valloriate, Vernante, Vignolo, Villar San Costanzo (di seguito anche identificati come “Soggetti Promotori” o più generalmente “Comuni”) disponibili ad avviare “Progetti Utili alla Collettività” (PUC) con il coinvolgimento di beneficiari di Reddito di Cittadinanza, la cui
titolarità è posta in capo ai Comuni di residenza, poiché l’adesione all’iniziativa da parte dei Soggetti del mondo del Terzo Settore presenti sul territorio è indispensabile al successo dell’azione locale di lotta alla povertà e all'esclusione sociale.
I Soggetti coinvolti nel Progetto saranno di seguito anche denominati congiuntamente le “Parti” e, ciascuno di essi, una “Parte”.
AMMINISTRAZIONE
Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese
avente sede legale in Via Rocca de’ Baldi n. 7 - 12100 CUNEO
Telefono 0171/334001
Posta elettronica certificata: csac-cn@cert.ruparpiemonte.it
Servizi di riferimento:
  • Area Progettazione e Sviluppo – Ufficio Europa e Progettualità Tassone Elena 0171 334182
  • Servizio Sociale Minori e Famiglie - Giordanengo Wilma 0171 334677
ART. 1 – FINALITÀ
Il presente Avviso Pubblico ha la finalità di individuare gli Enti del Terzo Settore (ETS), di cui all’art. 4 del D.lgs. n. 117/2017 e ss. mm., recante il Codice del Terzo Settore (CTS):
“Sono Enti del Terzo Settore le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute o non riconosciute,
le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società, costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi, ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore” operanti nel territorio dell’Ambito Territoriale Cuneo Sud-Ovest, interessati
ad ospitare beneficiari di Reddito di Cittadinanza inseriti in “Progetti Utili alla Collettività” (PUC).
ART. 2 – OGGETTO
Il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, con il presente Avviso intende effettuare una ricognizione per raccogliere la disponibilità, da parte dei Soggetti sopra indicati (ETS) a stipulare “Accordi di collaborazione” per Progetti Utili alla Collettività (PUC) a favore di
persone residenti nei Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale Cuneo Sud-Ovest e beneficiarie di Reddito di Cittadinanza.
Ai fini della presente procedura si rinvia alle “definizioni” contenute nell’art. 1 del DM 22 ottobre 2019, da intendersi parte integrante del presente Avviso.
La Manifestazione di Interesse non vincola in alcun modo il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese e i Comuni sopra indicati, avendo la sola finalità di raccogliere la disponibilità ad accogliere persone beneficiarie di Reddito di Cittadinanza e comunicare l’impegno ad
avviare “accordi di collaborazione”.
Gli accordi che si instaureranno a seguito di questa procedura avranno durata triennale e, precisamente, per il triennio 2021/2023.
La presente procedura deve intendersi quale mera indagine conoscitiva volta all’individuazione di Soggetti interessati a stipulare “accordi di collaborazione” con i Comuni interessati, senza l’instaurazione di posizioni giuridiche od obblighi negoziali nei confronti
del Soggetto Proponente.
Il Consorzio si riserva la facoltà di sospendere, modificare, revocare o annullare l’indagine di cui al presente Avviso, senza che i Soggetti istanti possano vantare alcuna pretesa.
ART. 3 – CARATTERISTICHE DEI PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITÀ (PUC)
I Progetti Utili alla Collettività (PUC) dovranno riguardare attività in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni. Possono essere indicate ulteriori attività di interesse generale, fra quelle contemplate dall’art. 5 del CTS, purché coerenti con le finalità dell’Amministrazioni procedenti.
L’organizzazione delle attività non dovrà essere strettamente legata alla ordinarietà, bensì alla individuazione di uno specifico obiettivo da raggiungere in un intervallo di tempo definito, attraverso la messa in campo di risorse umane e finanziarie. Il Progetto può riguardare sia
una nuova attività, sia il potenziamento di un’attività esistente.
Considerate la natura dei Progetti e le caratteristiche delle persone coinvolte, che non sempre sono in grado di esprimere specifiche competenze professionali, le attività progettate dai Comuni in collaborazione con i Soggetti selezionati per mezzo del seguente
Avviso, non devono prevedere il coinvolgimento in lavori/opere pubbliche, né le persone coinvolte possono svolgere mansioni in sostituzione di personale dipendente dal Soggetto Proponente o dal Soggetto selezionato (ETS).
Il principio cardine dei PUC è che le attività previste nell’ambito dei Progetti non sono in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo.
L’impegno dei Progetti varia da un minimo di otto ore settimanali e fino ad un massimo di sedici ore settimanali, a seguito di accordo tra le Parti.
ART. 4 – BENEFICIARI DEI PUC
Sono tenuti ad offrire la propria disponibilità allo svolgimento delle attività nell'ambito dei PUC i beneficiari del Reddito di Cittadinanza che abbiano sottoscritto un Patto per l'Inclusione Sociale. La partecipazione ai Progetti:
· è facoltativa per le persone non tenute agli obblighi connessi al RdC, le quali possono aderire volontariamente nell'ambito dei percorsi concordati con i Servizi Sociali del Consorzio;
· deve essere coerente con le competenze professionali del beneficiario e con quelle acquisite in ambito formale e informale, nonché in base agli interessi e alle propensioni emerse nel corso del colloquio sostenuto presso i Servizi individuati del Consorzio.
ART. 5 – SOGGETTO PROPONENTE (CONSORZIO): CARATTERISTICHE E ONERI
Il Consorzio in qualità di capofila dell’Ambito Territoriale Cuneo Sud-Ovest, è esclusivamente responsabile del coordinamento e dell’accompagnamento dei Comuni per l’attuazione dei PUC.
Rimane a carico dei Comuni e dei Soggetti Ospitanti, la responsabilità dell’attuazione e del monitoraggio dei PUC.
Il Consorzio provvederà a:
· fornire ai singoli Comuni ogni informazione utile per il corretto inserimento dei beneficiari nell'attività, monitorarne periodicamente lo svolgimento, la frequenza ed il rispetto di quanto previsto dal Patto per l’Inclusione Sociale, confrontandosi con il tutor designato del Comune e/o del Soggetto Ospitante.
· garantire ai Soggetti beneficiari coinvolti nei Progetti la copertura assicurativa per la responsabilità civile per danni causati a terzi;
· garantire il rimborso di eventuali costi ed oneri per l’attuazione dei Progetti menzionati nel D.M. 149 del 22.10.2019. A titolo esemplificativo: corsi di formazione in ambito
sicurezza – Rif. D.lgs 81/08 (solo se trattasi di formazione obbligatoria in relazione alle tipologie di mansioni svolte) e forniture connesse, nonché la dotazione di quant’altro necessario per la realizzazione del Progetto.
ART. 6 – SOGGETTI PROMOTORI (COMUNI): CARATTERISTICHE E ONERI
Al Comune spetta la titolarità del Progetto e la responsabilità dell’approvazione, dell’attuazione, del coordinamento e del monitoraggio dei PUC.
Il Comune provvederà a:
1. dare massima diffusione del presente Avviso di Manifestazione di Interesse tramite pubblicazione all’Albo Pretorio e sul proprio sito istituzionale;
2. creare ulteriori opportunità di pubblicità anche tramite affissione nell’ambito dell’edificio comunale in locali aperti al pubblico, cui si possa accedere senza restrizioni, in modo che possa essere facilmente consultato da chiunque vi abbia interesse;
3. pubblicare a conclusione delle procedure di selezione, con le medesime modalità di cui ai punti precedenti, l’elenco dei Soggetti Ospitanti che abbiano manifestato interesse e che siano risultati in possesso dei requisiti richiesti a seguito della valutazione da parte
di apposita Commissione di Valutazione;
4. nominare il Responsabile dei PUC all’interno del proprio organico.
Per il tramite dei propri Responsabili dei PUC e con il supporto degli operatori del Consorzio, i Comuni dovranno redigere il Catalogo dei PUC, le cui offerte dovranno essere individuate a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità, tenuto conto anche delle opportunità
che le risposte a tali bisogni offrono in termini di crescita delle persone coinvolte.
ART. 7 – SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
Possono presentare Manifestazione di Interesse:
- gli ETS, quali, le Società Cooperative Sociali, le Organizzazioni di Volontariato e le Associazioni di Promozione Sociale, le Fondazioni iscritte negli appositi registri da almeno sei mesi e che operano nel territorio dell’Ambito Territoriale Cuneo
Sud-Ovest, come definiti dall’art. 4 del CTS, iscritti nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, istituito dal medesimo Codice e fermo restando il regime transitorio di cui all’art. 101 del CTS.
Ai Soggetti ammessi alla presente procedura, che intendano riunirsi o consorziarsi, si applicano le disposizioni di cui agli artt. 45, 47, 48 del D.Lgs. 50/2016 e s. m.i..
Tutti i Soggetti partecipanti alla procedura devono possedere i seguenti requisiti:
- avere sede legale e/o sede operativa, presso la quale si svolgerà l'attività progettuale, nel territorio dell’Ambito Cuneo Sud-Ovest o in alternativa, formulare idoneo impegno ad acquisirne la disponibilità entro la data di inizio del Progetto;
- avere uno statuto ispirato ai principi di democraticità della struttura, di partecipazione, solidarietà e pluralismo per la promozione e valorizzazione delle risorse umane, culturali e del territorio;
- essere iscritti al registro delle imprese della Camera di Commercio (ove applicabile);
- essere in regola rispetto agli obblighi di pagamento dei contributi assicurativiprevidenziali (DURC) (ove applicabile)
- essere in possesso di tutti requisiti di ordine generale di cui dell'art. 80 del D. Lgs. n.50/2016 e s.m.i.(Codice dei Contratti pubblici);
- essere in regola con le norme in materia di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Attuazione dell’art. 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro);
- essere in regola con la normativa a tutela del diritto al lavoro dei disabili di cui alla Legge 68/1999.
ART. 8 - ONERI A CARICO DEL SOGGETTO OSPITANTE (ETS)
Il Soggetto Ospitante in possesso dei requisiti richiesti di cui al precedente articolo, si impegna a:
- stipulare un accordo di collaborazione con il Comune di riferimento, sullo schema fornito dal Consorzio sulla base delle indicazioni ministeriali;
- predisporre le schede progettuali per le attività programmate in collaborazione con il Comune;
- garantire il corretto svolgimento del PUC nel rispetto di quanto previsto dal patto per l’inclusione del singolo cittadino ospitato;
- individuare un tutor, nella persona di un proprio incaricato, che avrà il compito di affiancare il beneficiario per tutta la durata del PUC;
- tenere un registro per la rilevazione delle presenze che resterà agli atti del Soggetto Ospitante di cui il tutor avrà responsabilità circa la corretta compilazione. Tale registro sarà trasmesso mensilmente al Soggetto Promotore, comunicando tempestivamente qualunque tipo di variazione;
- vigilare sulla corretta applicazione della normativa in materia di sicurezza ai sensi del  D.lgs. n. 81/2008 e in particolar modo monitorando sul corretto utilizzo dei DPI forniti ai Soggetti beneficiari coinvolti nei Progetti;
- garantire la partecipazione del beneficiario RdC ad eventuali corsi di
informazione/formazione indispensabili all’avvio del Progetto i cui costi saranno a carico del Soggetto Proponente.
ART. 9 – TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE
Visto l’attuale dichiarato stato di emergenza legato all’epidemia da Covid-19, i Soggetti che intendono partecipare alla presente procedura dovranno far pervenire all’Ufficio Protocollo del Consorzio esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo:
csac-cn@cert.ruparpiemonte.it
a pena di esclusione entro le ore 12:00 del giorno 14 gennaio 2021 la seguente documentazione:
1. la propria Manifestazione di Interesse in carta libera, sottoscritta digitalmente o tramite firma autografa e in “formato .pdf” (fac-simile allegato 1 – istanza di partecipazione);
2. dichiarazione sostitutiva ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n.445/2000, attestante il possesso di tutti i requisiti di partecipazione all'Avviso (fac-simile allegato 1 – modulo autocertificazione) sottoscritta digitalmente o tramite firma autografa e in “formato .pdf”;
3. copia del documento d'identità del dichiarante (legale rappresentante) in corso di validità (solo nel caso di sottoscrizione tramite apposizione di firma autografa). Ai sensi del combinato disposto dell’articolo 65, comma 1, lettera a) del CAD e
dell’articolo 77, comma 6, lettera b) del Codice dei contratti pubblici, in caso di sottoscrizione tramite firma digitale non è necessario allegare la copia del documento di identità del dichiarante.
L’oggetto da indicare nella mail certificata, dovrà essere il seguente:
“Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazione di interesse per l’individuazione di Soggetti interessati a realizzare “Progetti Utili alla Collettività” con il coinvolgimento di beneficiari di reddito di cittadinanza (RdC) Ambito Territoriale Cuneo Sud-Ovest. Periodo
2021-2023.”
ART. 10 - CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ/ESCLUSIONE
Sono considerate ammissibili, le domande:
a. pervenute entro i tempi indicati dal presente Avviso;
b. presentate con le modalità indicate dal presente Avviso;
c. corredate da tutti i documenti richiesti obbligatoriamente dal presente Avviso;
d. che presentano i documenti redatti e qualificati come richiesto
obbligatoriamente dal presente Avviso.
Sono considerate inammissibili e quindi comunque escluse dalla valutazione, le proposte che non abbiano le caratteristiche minime richieste e, in particolare, le proposte:
a. pervenute oltre il termine stabilito dal presente Avviso;
b. presentate da Soggetti diversi da quelli indicati dal presente Avviso o privi dei requisiti di accesso stabiliti;
c. prive della documentazione richiesta dal presente Avviso;
d. presentate o trasmesse secondo modalità differenti da quelle richieste dal presente Avviso.
Ai Soggetti non ammessi per i motivi di cui sopra, verrà data comunicazione formale.
ART. 11 – NOMINA COMMISSIONE
La Commissione di Valutazione, nominata con provvedimento successivo alla scadenza del termine di presentazione delle candidature, in un numero di persone dispari compreso fra
tre e cinque, esaminerà le richieste di partecipazione pervenute e la documentazione presentata provvedendo alla valutazione del regolare possesso di tutti i requisiti di cui al precedente art. 7.
La Commissione di Valutazione potrà essere composta da esperti anche individuati dai Comuni aderenti. La Commissione provvederà alla verbalizzazione delle operazioni di valutazione.
In relazione alla peculiarità dei servizi di cui al presente Avviso, non si darà luogo ad alcuna attribuzione di punteggio e formazione di graduatoria. Tutti i candidati saranno ammessi alla presente procedura purché aventi i requisiti richiesti dal presente Avviso.
ART. 12 – ELENCO SOGGETTI CONSIDERATI AMMISSIBILI
Al termine della valutazione delle adesioni pervenute, sarà predisposto un elenco di tutti i Soggetti ammessi al Progetto, approvato con provvedimento del Consorzio, con i quali i Comuni valuteranno la stipulazione di apposito accordo di collaborazione, in relazione al
proprio “catalogo” dei progetti.
L'elenco dei Soggetti ammessi che hanno manifestato interesse e che siano in possesso dei requisiti richiesti, verrà pubblicato all’Albo Pretorio e i sul sito istituzionale del Consorzio e dei Soggetti Promotori e reso immediatamente utilizzabile.
Ai Soggetti partecipanti verrà data formale comunicazione di ammissione al Progetto.
ART. 13 – VERIFICA DEI REQUISITI PERSONALI
A norma dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000, il Consorzio si riserva di procedere a controlli, sia a campione, che nei casi in cui sorgano fondati dubbi, sulla veridicità di qualsiasi dichiarazione resa da qualsiasi dei Soggetti partecipanti alla procedura di selezione.
ART. 14 - TRACCIABILITA’
I Soggetti Ospitanti che saranno selezionati per lo svolgimento delle attività oggetto della co-progettazione saranno tenuti ad assolvere a tutti gli obblighi previsti dall’art. 3 della Legge n. 136/2010, al fine di assicurare la tracciabilità di eventuali movimenti finanziari.
Qualora i Soggetti selezionati non assolvano agli obblighi previsti dall’art. 3 della Legge n. 136/2010 per la tracciabilità dei flussi finanziari relativi all’affidamento, l’Accordo fra le Parti si risolve di diritto ai sensi del comma 8 del medesimo art. 3.
Il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese verifica in occasione di ogni pagamento ai Soggetti selezionati e con interventi di controllo ulteriori l’assolvimento, da parte degli stessi, degli obblighi relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari.
ART. 15 - DURATA
Il Progetto di cui al presente Avviso avrà inizio indicativamente nel corso del primo trimestre 2021 e si concluderà con l’esaurimento delle risorse destinate all’attuazione di specifiche misure di contrasto alla povertà di cui il Consorzio dispone e avrà una durata non superiore
al triennio 2021-2023.
ART. 16 - OBBLIGHI PUBBLICITARI
Il presente Avviso è pubblicato, in versione integrale per 30 giorni consecutivi, all’Albo Pretorio e sul portale Internet del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese (www.csaccn.it) alla sezione “Amministrazione Trasparente” e alla sezione “News”.
E’ altresì pubblicato dai Comuni citati in premessa, secondo le modalità di cui al precedente articolo 6.
ART.17- RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Responsabile del Procedimento è individuato nel Responsabile del Servizio Specialistico Appalti Dott. Massimo Perrone.
ART. 18 - CHIARIMENTI
È possibile ottenere chiarimenti sulla presente procedura mediante la proposizione di quesiti scritti da inoltrare, entro le ore 12:00 del giorno 7 gennaio 2021 all’indirizzo di P.E.C.:
csac-cn@cert.ruparpiemonte.it.
Le risposte alle richieste di chiarimenti e/o eventuali informazioni sostanziali in merito alla presente procedura, saranno pubblicate in forma anonima sul sito istituzionale www.csac-cn.it alla voce “News” e alla sezione “Amministrazione trasparente”.
Si precisa, da ultimo, che non verranno rilasciate telefonicamente informazioni in merito ad eventuali chiarimenti che dovranno quindi seguire il percorso sopra descritto.
ART. 19 - RISERVATEZZA DEI DATI
Ai sensi e per gli effetti del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 s.m.i. «Codice in materia di protezione dei dati personali» si informa che:
· la richiesta di dati è finalizzata all’espletamento della procedura in oggetto;
· il conferimento dei dati ha natura obbligatoria;
· la conseguenza dell’eventuale rifiuto di ottemperare a quanto sopra consiste nell’esclusione alla partecipazione alla presente procedura;
· i Soggetti o le categorie di Soggetti cui possono essere comunicati i dati sono:
- il personale del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese implicato nel procedimento;
- gli eventuali partecipanti alla presente procedura;
- ogni altro soggetto interessato ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241;
- altri Soggetti del Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese;
· titolare del trattamento è il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, legalmente rappresentato dal Presidente.
Tutti i dati personali di cui il Consorzio venga in possesso in occasione del presente procedimento verranno trattati nel rispetto del Regolamento UE 2016/679 e del D. Lgs 196/2003, così come modificato dal D. Lgs. 101/2018.
ART. 20 - CODICE DI COMPORTAMENTO
Nella fase di co progettazione, i Soggetti Ospitanti selezionati si obbligano ad estendere, nei confronti dei propri collaboratori a qualsiasi titolo, per quanto compatibili, gli obblighi di condotta previsti dal «Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti
pubblici, a norma dell’art. 54 del D.Lgs. 30.3.2001 n. 165» di cui al D.P.R. 16 aprile 2013, n. 62 e derivanti dal Codice di Comportamento adottato dal Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 67 del
03.12.2013, tra l’altro pubblicato nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito web istituzionale www.csac-cn.it.
Il contratto sarà automaticamente risolto in caso di violazione accertata
dei predetti obblighi, ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del citato Codice.
Documenti allegati: